Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Primo

Risotto ai funghi porcini

Risotto ai funghi porcini

Valutazione

Facile
Difficile
Economico
Costoso
Ipocalorico
Ipercalorico
6.7

Valutazione generale

  • Tempo di Preparazione:
    30 minuti
  • Dosi per:
    4 persone

    Ingredienti:

  • riso:
    320 g
  • brodo vegetale:
    1 l
  • scalogno:
    1
  • funghi porcini:
    4
  • burro:
    70 g
  • vino bianco:
    1/2 bicchiere
  • prezzemolo:
    1 ciuffo
  • formaggio grattugiato:
    q.b.
  • olio extravergine d'oliva:
    q.b.
  • sale:
    q.b.

Preparazione:

  1.  Affettate finemente uno scalogno per il soffritto del risotto e fatelo rosolare nella casseruola con una noce abbondante di burro ed un goccio d’olio extravergine d’oliva sorvegliandolo per evitare che si bruci.
  2. Preparate, nel frattempo, i funghi porcini: dividete le cappelle dai gambi, tagliate quest’ultimi a pezzetti ed uniteli alla casseruola.
  3. Lasciate stufare i gambi dei porcini aggiungendo, se necessario, un mestolino di brodo vegetale.
  4. Unite, poi, il riso che dovrà tostare fino a quando il chicco inizierà a diventare traslucido.
  5. Sfumate il risotto con del vino bianco, alzando la fiamma per far sì che la parte alcolica evapori velocemente.
  6. Portate il risotto a cottura aggiungendo, via via, dei mestoli di brodo.
  7. Mentre il risotto cuoce, affettate le cappelle dei funghi porcini molto finemente.
  8. Una volta cotto, spegnete il fuoco sotto il risotto avendo l’accortezza di lasciare il risotto molto morbido, aggiungetevi le cappelle dei porcini crude e mantecate il tutto con una bella noce di burro.
  9. Spolverate il risotto con del parmigiano grattugiato a piacere e lasciate riposare il tutto per qualche minuto.
  10. Servite il risotto ai funghi porcini ancora ben caldo decorando ciascun piatto con poco prezzemolo tritato.

NB: Per la cottura dei funghi è indicato usare dei tegami o delle padelle antiaderenti o di acciaio, poiché altri metalli, al contatto con i funghi, possono rilasciare delle sostanze nocive.

Inserisci il tuo commento